FAQs

Posso simulare un Calcolo di Mutuo?

Nella sessione servizi esiste un calcolatore ad hoc per calcolare sia l’importo di mutuo ottenibile ad una determinata rata comoda da pagare sia la possibilità di sapere la rata da pagare per un determinato capitale richiesto.

Vi occupate di arredamento e Design della casa?

Nel nostro Studio tecnico potete avvalervi della professionalità di anni di esperienza nell’arredamento e confort della propria dimora. Ma il nostro sito offre la possibibilità di avvalesi dei nostri partenrs

Offrite Assistenza Tecnica per Lavori di Manutenzione?

Forniamo tutta l’assistenza necessaria per i vostri futuri lavori edili rivolti alla manutenzione, alla ristrutturazione alla ricostruzione e costruzione d’immobili, grazie alla collaborazione con professionisti del luogo come Geometri, Architetti e ditte edili.

Siete Convenzionati con Istituti di Credito?

La nostra agenzia vanta convenzioni stipulate con Primari Istituiti di Credito, offrendo ai nostri clienti un ulteriore servizio su finanziamenti a condizioni molto vantaggiose..

Se rivendo una casa acquistata con le agevolazioni prima dei cinque anni a cosa vado incontro?

L’agenzia delle Entrate richiederà la differenza d’imposta da prima a seconda casa maggiorata di una sovrattassa del 30% e degli interessi di mora.
Questo non avviene se entro un anno dalla vendita dell’immobile si ricompri un altro immobile da adibire a prima casa; in questa circostanza si godrà infatti di un credito di imposta.
Passati invece 5 anni dall’acquisto si è liberi di vendere senza alcun vincolo.

Agevolazioni e Vincoli acquisto Prima Casa.

L’acquirente (o gli acquirenti), devono dichiarare nell’atto di compravendita:
di non essere titolare esclusivo (proprietario al 100%) o in comunione con il coniuge di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di un’altra casa nel territorio del Comune dove sorge l’immobile oggetto dell’acquisto agevolato.
Di non essere titolare, neppure per quote o in comunione legale con il coniuge, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà o nuda proprietà, usufrutto, uso e abitazione su altra casa di abitazione acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni fiscali di prima casa. Di impegnarsi a stabilire la residenza, entro diciotto mesi dall’acquisto, nel territorio del comune dove è situato l’immobile da acquistare, qualora già non vi risieda.

Quali altre spese ci sono da sostenere?

Oltre alla provvigione dell’agenzia c’è l’onorario del notaio che è variabile secondo la complessità del rogito, è bene ricordare che in caso di richiesta di un mutuo, occorre fare anche un altro atto che farà lievitare il costo complessivo del notaio; anche qui l’incremento è variabile . La Roma-immobiliare.it vi potrà fornire preventivi molto vantaggiosi grazie al suo studio notarile associato.

Comprando casa quali imposte pagare?

Vi sono due tipi di imposte: le variabili (imposta di registro) e le Imposte fisse (ipotecaria e catastale)
Se acquistiamo da un privato l’imposta di registro è pari al 2% (se prima casa) del valore catastale (ottenuto attraverso la rivalutazione della rendita catastale), mentre 9% se seconda casa. A questo si deve aggiungere 50 euro di imposta fissa ipotecaria e 50 di imposta catastale.
Se si acquista da un costruttore (entro 4 anni dalla ultimazione) non si paga l’imposta di registro ma l’IVA al 4% (se prima casa), e al 10% (se seconda casa); questa percentuale non viene calcolata sul valore catastale ma sul prezzo effettivo dichiarato in atto.
A questo vanno aggiunte le imposte fisse che in questo caso sono l’imposta di registro, l’imposta catastale, l’imposta ipotecaria che ammontano a 200 euro cadauna.

Il Rogito Notarile.

Il rogito ovvero l’atto notarile è l’atto conclusivo di tutto l’iter previsto per diventare proprietari di un immobile.
E’ quel contratto con il quale le parti formalizzano le loro reciproche volontà in merito al trasferimento della proprietà di un immobile. Questo contratto viene sottoscritto dinanzi ad un notaio il quale, oltre a registrarlo, provvede anche a trascriverlo presso i Pubblici Registri immobiliari perché la compravendita sia resa pubblica ed abbia efficacia anche nei confronti dei terzi. Al momento dell’Atto Pubblico di trasferimento della proprietà si trasferisce anche il possesso dell’immobile il quale, deve essere libero da cose o persone salvo diverse pattuizioni fra le parti.

Che cosa è la Caparra Confirmatoria?

La caparra confirmatoria è “lo strumento giuridico” previsto dal codice civile che sanziona il contratto preliminare di compravendita. Pertanto, se la parte acquirente dopo avere versato, la caparra non intende più perfezionare l’acquisto stipulando l’atto Pubblico, perde quanto versato e la parte venditrice può trattenere quanto ricevuto rimanendo proprietaria dell’immobile. Se, al contrario, dopo avere incassato la caparra confirmatoria non vuole o non può perfezionare la vendita stipulando l’Atto Pubblico, è tenuta alla restituzione alla parte venditrice di un importo pari al doppio di quanto ricevuto. Tuttavia la parte acquirente che non intende essere soddisfatta da questo pagamento ma che assolutamente intende divenire proprietaria dell’immobile per il quale ha sottoscritto un contratto preliminare, può rivolgersi all’autorità giudiziaria e chiedere l’esecuzione in forma specifica del contratto preliminare stipulato.

Quanto si versa al Preliminare di Vendita?

Si può dire che un buon contratto preliminare è l’atto essenziale perché si arrivi nel migliore dei modi e senza sorprese alla vendita per Atto Pubblico. Contestualmente alla sottoscrizione di un contratto preliminare, la parte acquirente versa alla parte venditrice, a titolo di caparra confirmatoria un importo che può variare dal 10% al 30%. La variabilità di questo importo è direttamente dipendente dal prezzo dell’immobile e dal tempo intercorrente tra la data stipula del contratto preliminare e la data di stipula dell’Atto Pubblico di trasferimento della proprietà

Qual è la differenza tra Proposta di Acquisto e Preliminare di Vendita?

La proposta unilaterale di acquisto, generalmente formulata come proposta irrevocabile, è un atto preparatorio, finalizzato a “vincolare” il promissario acquirente alla propria offerta. Fino a quando la proposta di acquisto non è accettata, la stessa si qualifica come mero “atto re – negoziale”; come tale non è soggetta all’obbligo di registrazione. Nell’ipotesi, invece, in cui la proposta di acquisto sia accettata dal promittente venditore, la stessa è qualificabile come vero e proprio contratto preliminare, assoggettato come tale a tutte le prescrizioni queste concernenti ultime: forma scritta, contenuto, obblighi antiriciclaggio di mediatori e professionisti, eventuali obblighi fideiussori, registrazione obbligatoria, ecc.

Come si procede all’acquisto?

Si sottoscrive presso la sede della nostra Immobiliare una proposta di acquisto irrevocabile nei nostri uffici, la quale ha una durata stabilita dall’acquirente, la quale in tutta la sua forma se accettata dal venditore assume un impegno solidale di vero e proprio contratto concluso come un vero preliminare di vendita. Il modulo Proposta di Acquisto è un modulo riconosciuto da tutte le Associazioni a Tutela del Consumatore e depositato presso la C.C.I.A.A. di Roma nella Sezione, deposito Moduli e Formulari.

In caso di mancata vendita devo pagare ugualmente il Vostro compenso?

Assolutamente No! L’investimento di tutte le nostre risorse nella vendita del Vostro immobile è un onere che grava solo su di noi. In caso di mancata vendita nulla ci avrà dovuto.

Quando devo pagare il Vostro compenso?

Le competenze spettanti all’Agenzia Immobiliare vanno pagate alla conclusione dell’affare al momento del Preliminare o in assenza di questo al rogito notarile di trasferimento.

Quali sono i documenti necessari per vendere un immobile?

La vendita inizia dalla preparazione di una documentazione completa, è essenziale avere sottomano subito questi documenti

  • Atto di provenienza dell’immobile o altro titolo di proprietà (Successione, donazione ecc)
  • Planimetria catastale rasterizzata conforme allo stato di fatto dell’immobile.
  • Visura catastale aggiornata.
  • Attestato di prestazione energetica (APE)
  • Documento che attesti la cancellazione o la situazione di un’eventuale ipoteca. Nel caso esistesse un mutuo che è già stato estinto, accertarsi del fatto che l’ipoteca sia stata cancellata. Se ne occupa il notaio, su incarico del cliente. Nel caso invece vi sia un’ipoteca in corso: l’ultimo bollettino bancario, che evidenzi la situazione in corso.
  • Regolamento condominiale (se l’appartamento si trova in un condominio). Quelli che seguono sono
  • Fotocopia della carta d’identità e del codice fiscale del venditore/i.
  • Eventuale domanda di condono e relativa concessione in sanatoria.
  • Tutti i certificati richiesti dal notaio in base alla proprietà (morte,matrimonio,nascita,stato civile ecc..)

Nel caso che a vendere sia una società occorrono ulteriori documenti quali:

  • Certificato camerale (rilasciato dalla Camera di commercio).
  •  Eventuale verbale d’assemblea con delibera alla vendita. (Quando richiesto dai patti societari).
  • Poteri di chi firma.
Posso affidare la vendita della mia casa a una sola agenzia o a più agenzie immobiliari?

Se il vostro obiettivo è vendere o locare, al giusto valore di mercato e nel minor tempo possibile è doveroso che vi affidiate a un unico professionista. Infatti, quando operano tante agenzie nessuno, si impegnerà a promuovere il vostro immobile seriamente con professionalità ma soprattutto con un buon investimento economico. Nella vita e nel lavoro conta molto la fiducia e dal momento che si entra o si contatta un’agenzia immobiliare, si affida una delle cose più importanti della vita a qualcuno, beh se non ci si fida meglio non

entrare o contattare. Per questo dovete scegliere bene l’agenzia che rappresenterà il vostro immobile, cercate di capire se è fatta di gente seria, rispettosa e soprattutto di agenti immobiliari abilitati con regolare iscrizione alla Camera di Commercio. Che senso ha entrare in un’agenzia e dire “però io l’esclusiva non la do ! “, tanto vale vendersi casa da soli. Sarebbe come entrare dal dottore e dire “però io le medicine non le prendo !”e allora non andate dal dottore .

Perché affidare il mio immobile a Roma-immobiliare.it ?

Dopo venti anni di attività svolta come agente prima e titolare poi, in agenzie franchising del settore immobiliare, sicuro che negli ultimi sette anni il mercato immobiliare è cambiato notevolmente e sistemi di vendita e acquisizione che funzionavano benissimo prima, adesso sono totalmente inefficaci…. Alessandro Ricci nato a Roma il 23/04/1974 iscritto all’albo degli agenti immobiliari di Roma al n. 5469 dal 13/05/1998 ha creato L’agenzia “Roma-Immobiliare.it” una realtà seria e qualificata e ti permette di acquistare, vendere e affittare in tutta tranquillità, grazie ai suoi partners che operano con professionalità- trasparenza e serietà, rispettando le esigenze e le problematiche di ogni singolo cliente. La Roma-Immobiliare.it garantisce la presenza in tutte le fasi della compravendita o della locazione, dall’incarico, fino al rogito notarile o contratto di locazione.

Vorrei affidarvi la vendita del mio immobile. Come fare?

Se sei interessato a vendere un tuo immobile con noi, contattaci telefonicamente o per mail, concorderemo un appuntamento, con nostra valutazione e le condizioni d’agenzia per formalizzare la vendita.

Quanto vale il mio Immobile?

La giusta valutazione dell’immobile da immettere nel mercato è un punto importantissimo per la vendita. Nel caso in cui la valutazione non sia corretta, è facile richiedere una cifra più bassa del più probabile valore di mercato (svendita), o più alta (posizione fuori mercato).

La Roma-Immobiliare.it attraverso i sugli Agenti qualificati, fa gratuitamente una valutazione oggettiva del più probabile valore di mercato, procedendo a:

  • Sopralluogo;
  • Calcolo delle metrature calpestabili,commerciali e catastali.
  • Applicazione del criterio di stima più appropriato in base alla tipologia dell’immobile;
  • Comparazioni con immobili simili venduti ed in vendita nella stessa zona o equiparabile;
  • La stima verrà redatta senza pregiudizi o interessi personali , rispettando le regole di estimo.

Passa in Agenzia e ti mostreremo come sono fatte le nostre valutazioni immobiliari.

Valuta il tuo Immobile

Quali mezzi avete per vendere il mio immobile?

Vendere un immobile privatamente non è cosa facile. Noi abbiamo tutti i requisiti per una vendita facile, celere e senza l’attesa di tempi estenuanti che spesso si tramutano in un dispendio economico e temporale. sui più grandi motori di ricerca Internet; sulle principale riviste di settore immobiliare; testate e pubblicazioni Siamo noi che investiamo professionalità tempo e soldi ! Tu ci pagherai solo a vendita avvenuta

Ho un immobile da vendere. A quanto corrisponde la vostra provvigione?

La nostra commissione varia in base alla tipologia dell’immobile perché tiene conto ad esempio delle sue caratteristiche e della sua alienabilità. Quindi invitiamo a venire in ufficio per parlare con un nostro consulente.